Tom Belz

Tom Belz guest Milano Montagna Festival 2019

Tom Belz

Sono Tom Belz, ho 32 anni. Quando ne avevo 8, mi è stato diagnosticato un cancro osseo. Se si fosse dovuto credere al “tipico decorso clinico” dell’osteosarcoma, oggi non stareste leggendo queste mie righe. Ora, però, 24 anni più tardi, sono amputato fino alla vita e dimostro a dottori, ortopedici, critici, fisioterapisti, infermiere e chiunque altro abbia mai dubitato di me che ce la posso fare.

Non è stato un percorso semplice, ma è decisamente un’esperienza a cui non voglio rinunciare. Quando avevo 10 anni ho deciso di non indossare una protesi e ho imparato ad andare in bicicletta, anche con una sola gamba. Ho giocato a calcio per tre anni in un club tradizionale, ho fatto il volontario per un’attività di nuoto con i bambini e suono la batteria da quando avevo 6 anni.

Da sette anni a questa parte ho iniziato a lavorare come capogruppo in un centro diurno per persone con grave disabilità fisica e mentale. La mia vita non è lontanamente simile a quella che ci si potrebbe aspettare da una persona con una sola gamba: è esattamente l’opposto!

“Sono Tom Belz, anche noto come T O M N A T I V e, e la mia disabilità non rappresenta una scusa!”

Tom è un Brand Ambassador di Mammut e non smette mai di esplorare i suoi limiti in continuazione. È riuscito a scalare con successo la montagna più alta dell’Africa, il Kilimanjaro, su una gamba e due stampelle.

X
Secured By miniOrange