Giuliano Bordoni

ANNO FESTIVAL
2015
profilo

Guida alpina – freerider Giuliano ha scoperto la sua passione per la montagna grazie a Mario Sertori, Mastro Ghiaccio, che lo ha condotto in quell’effimero e fatato mondo verticale e vetrato. Da lì le innumerevoli salite di ghiaccio sempre con Mario. Molte nuove aperture sulle alpi centrali e ripetizioni non solo in terra alpina come, una fra tutte la Spada di Damocle WI 6, ma anche in terre straniere ad esempio in Canada con le grandi classiche dell’ Icefield parkway come Ice-nine WI 6+, Happy Days WI 6, Weeping Wall WI 6, Polar Circus WI 5 e molte altre, ed ancora, in Norvegia come Lipton WI 7.

Non solo ghiaccio ma anche tanta roccia e alcune aperture con compagni del calibro di Luca Maspes , Rossano Libera e Giovanni Ongaro. Con i primi due sale la sud della Cima Viola, 700m di via in Val Grosina in stile tradizione e bivacco in parete.

Il suo amore per l’inverno lo riporta ai passatempi infantili e ritorna a sciare. Scopre questo nuovo modo di giocare con la polvere utilizzando questi “palettoni”. Con i nuovi assi si diverte a girare le alpi ma pure gli appennini. Viaggia diverse volte in Norvegia, non solo Lyngen Alps ma anche Lofoten, e poi ancora Canada, Andorra, Iran e Georgia. La fama di polvere è insaziabile. Lo sci per lui non è solo freeride perché il suo background di ghiacciatore ed esploratore lo riporta nell’aria sottile, così combina l’alpinismo con lo sci, ed ecco le nuove discese o le ripetizioni di sci ripido come Fucking the Ghost sulla sud del Gran Zebrù, Il Couloir Maria Margherita ancora al Gran Zebrù, Il sorriso di Ste al Cevedale, la via del Bianco al Pizzo Bianco al Bernina, la Soresini sullo Sperone Kuffner al Pizzo Palù, la Mottini-Bordoni sulla Nord della Busazza, Ronde to Salopards o le classiche tipo Glacier Ronde, Cunningham Couloir a Chamonix o alcune classiche sulla Punta Vottoria al monte Rosa come la Nord o il canale Lik Schlosse e altre ancora. In principio col telemarkista Paolo Marazzi (con quest’ultimo autore del libro Freeride in Lombardia editato da Versante Sud) e i fratelli snowboarder Lorenzo e Stefano Munari poi col fortissimo e fedele compagno Bruno Mottini.

 

X
Secured By miniOrange